Palazzo Chiaromonte - Steri

Palazzo Chiaromonte - Steri

Palazzo Chiaromonte - Steri è uno tra i luoghi simbolo della città di Palermo in quanto al suo interno racchiude ben sette secoli di storia. Agli inizi del 300 fu costruito per volere di Giovanni Chiaramonte il Vecchio, Ammiraglio e Giustiziere del Regno Aragonese. Ampliato e modificato dagli eredi, il palazzo divenne nel corso dei secoli dapprima Regia Magna Curia, poi sede dei vicerè e sede della Regia Dogana. Dal 1600 al 1782 ospitò il Tribunale dell'inquisizione. 
Numerosi furono i restauri e le trasformazioni a partire da Giacomo Amato che effettuò restauri subito dopo il terremoto del 1726, poi quelli di Giuseppe Patricolo avviati alla fine dell'800, per ad arrivare agli ultimi interventi volti alla valorizzazione per ospitare la sede del Rettorato dell'Università di Palermo con la consulenza di Carlo Scarpa. 
Al suo interno è possibile ammirare la Sala delle Armi che rappresenta uno degli ambienti principali dell'antica residenza chiaramontana e destinata molto probabilmente alle pubbliche udienze, che fu poi rimodulata per accogliere le celle del carcere dell'Inquisizione, ove oggi è possibile ammirare dei disegni parietali. Ai piani superiori si trova la Sala Magna (o sala dei Baroni) arricchita da un prezioso soffitto ligneo decorato con scene di storia medievale. Un' imponente sala ospita il celebre dipinto del pittore bagherese Renato Guttuso, "La Vucciria".
Biglietti
Checkout
Pagamento
Conferma